Le collezioni

Il portale dedicato al patrimonio della Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna

Clicca qui per accedere alle collezioni Il portale è ottimizzato per la visione desktop

Le collezioni d'arte e di storia comprendono un patrimonio ricco e variegato. Si va dall'arte contemporanea all'arte antica, dai dipinti alle stampe, dai burattini alle ceramiche, dalle miniature alle insegne di bottega. In larga parte derivate dalle vecchie raccolte della Cassa di Risparmio di Bologna che fin dai primi decenni del Novecento ha cominciato a collezionare testimonianze riguardanti la storia della città, le collezioni della Fondazione Carisbo hanno continuato e continuano tuttora ad arricchirsi di nuove e preziose donazioni.

Se Bologna con il suo territorio, la sua storia e le sue eccellenze, rimane l'oggetto principale dell'attività culturale di Genus Bononiae, per quanto riguarda la contemporaneità lo sguardo si allarga ad abbracciare l'intero ambito nazionale ed europeo.

Nel primo caso si inserisce l' acquisizione dei modelli e dei disegni appartenuti all'Aemilia Ars, storica esperienza di "Art and Craft" emiliana, custode di un sapere altrimenti destinato ad andare perduto, o le due tele di Donato Creti, Mercurio e Venere, copie d'autore della serie commissionatagli da Luigi Ferdinando Marsigli per Papa Clemente XI.

Sul versante del contemporaneo invece, quando a partire dal XX secolo smette di avere senso il concetto di "scuola locale", tra le opere più importanti si segnalano la terracotta di Arturo Martini, La madre folle, l'inedita pittura murale, Battaglia, che Lucio Fontana realizzò per un appartamento milanese nel 1951 (oggi esposto in permanenza a Palazzo Fava. Palazzo delle Esposizioni), o la grande tela di Filippo De Pisis, Il piede romano.

Le opere sono esposte a rotazione nei palazzi del circuito Genus Bononiae.

Archivio Fotografico Paolo Ferrari
Dal 2015 Genus Bononiae. Musei nella Città ha avviato il progetto di acquisizione, archiviazione, conservazione e valorizzazione in formato digitale del prezioso materiale fotografico del fotoreporter bolognese Paolo Ferrari. L’archivio fotografico Paolo Ferrari conta un milione di negativi 35 mm in bianco e nero, circa 400 mila diapositive e negativi a colori e oltre 1 milione di immagini digitali. L’Archivio è conservato presso lo studio FN di Paolo Ferrari in Via Marsala, nel centro di Bologna zona Universitaria, dove ha sempre avuto sede sin dagli anni 70’.
Consulta l'Archivio...