News

Eccezionalmente lunedì 9 maggio Palazzo Pepoli sarà chiuso al pubblico. Ci scusiamo per il disagio.

Caffetteria

In primo piano

Street Art – Banksy & Co. L’arte allo stato urbano

18/03/2016 - 26/06/2016

Street Art – Banksy & Co. L’arte allo stato urbano La mostra, sostenuta da Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna, e prodotta da Genus Bononiae. Musei nella città e Arthemisia Group, è curata da Luca Ciancabilla, Christian Omodeo e Sean Corcoran. È la prima grande retrospettiva dedicata alla storia della street art. Il progetto nasce dalla volontà del Professor Fabio Roversi-Monaco, Presidente di Genus Bononiae, e di un…

Approfondisci
Caffetteria

In secondo piano

ArtRockMuseum

tutti i giovedì fino al 28 Aprile

Torna l’appuntamento con ArtRockMuseum. Suoni nuovi a Palazzo Pepoli, la rassegna che ha portato la nuova musica negli spazi del Museo della Storia di Bologna. Con la seconda edizione di ArtRockMuseum proseguono la ricerca e la sperimentazione iniziata lo scorso anno per presentare, in una cornice inusuale e unica, nel centro storico della città, gli…

Approfondisci

Per la visita

Si informano i visitatori con bambini piccoli che l’ingresso alle sale espositive del Museo della Storia di Bologna non è consentito con passeggini e carrozzine, che potranno essere lasciati in custodia gratuita presso i luoghi indicati dalla reception. Rimane garantita l'accessibilità agli ausili per disabili. Non è permesso l’accesso agli animali.

Il palazzo

Palazzo Pepoli Vecchio, antica dimora di una delle famiglie più importanti di Bologna in epoca medievale, è il risultato di numerose addizioni e stratificazioni architettoniche.
La sua storia comincia nel 1276, quando Romeo Pepoli acquista le prime costruzioni, e prosegue nel 1344, quando suo figlio Taddeo Pepoli fa erigere il primo nucleo del palazzo. La famiglia Pepoli, la prima a governare Bologna al tempo delle Signorie, è rimasta proprietaria dell’edificio fino al 1910.
In età moderna Palazzo Pepoli è stato oggetto di frequenti cambi di proprietà e ha addirittura ospitato nelle sue sale una fonderia tipografica.
Acquisito nel 2003 dalla Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna, esso costituisce la sede del Museo della Storia di Bologna, con il restauro e l’allestimento museografico di Mario Bellini e con la grafica di Italo Lupi.
Al centro della corte coperta, l’architetto Bellini ha collocato la “Torre del Tempo”, una struttura in vetro e acciaio inondata dall’alto di luce naturale. La Torre “reinventa” la corte e rievoca la Bologna delle Torri, rendendo possibile e fluido l’intero percorso di visita tra piano terra e piano nobile.
“Il destino dei Palazzi, a volte, è come quello degli uomini. Rischiano di essere dimenticati e di precipitare in un degrado irreversibile. Palazzo Pepoli Vecchio, che rischiava questa sorte, oggi torna invece a mostrarsi e mostrare (la grande storia di Bologna) in modo del tutto nuovo e sorprendente. Un museo della città e per la città allestito – come tutti i miei lavori di messa in scena – rispettando (e separando) contenitore e contenuto per esaltarne, in complice autonomia, significato e bellezza. Dentro, nel cuore del palazzo, una torre-ombrello di vetro e acciaio reinventa la corte che così riacquista dignità e funzione. Sembra una lanterna magica inondata dall’alto di bianca luce naturale che via via scende e smaterializza in pura trasparenza. Quasi un’epifania che fa riflettere sullo scorrere del tempo”.
Mario Bellini

Il Museo

Il Museo della Storia di Bologna in Palazzo Pepoli Vecchio è stato inaugurato a gennaio 2012. Cuore di Genus Bononiae, rappresenta un percorso museale innovativo dedicato alla storia, alla cultura e alle trasformazioni di Bologna, dalla Felsina etrusca fino ai nostri giorni.  Un viaggio sorprendente, multimediale e sensoriale attraverso 2500 anni di storia.

icona_docIl percorso museale

icona_docScarica la brochure

Torna alla home